Eventi in Calendario

Notizie riguardo alla vita dell'Associazione e altre segnalazioni.

14/01/2023

Sabato 14 gennaio 2023 si è svolta una conferenza dedicata a Heinrich Schliemann, l'imprenditore e archeologo tedesco scopritore della mitica città di Troia e del cosiddetto Tesoro di Priamo. Nel 2022 è ricorso il duecentesimo anniversario della sua nascita. Il titolo della conferenza era "Sulle orme di Enea. Viaggi, (dis)avventure ed esplorazioni archeologiche di Heinrich Schliemann in Italia".

Relatore è stato il prof. Massimo Cultraro, archeologo e dirigente di ricerca presso l'Istituto per le Scienze del Patrimonio Culturale al Consiglio Nazionale delle Ricerche di Catania. 

L'incontro si è tenuto nella Sala Alessandrini in via Matilde di Canossa 20, a Crema, con la partecipazione di alcune classi dell'Istituto di Istruzione Superiore "Galileo Galilei" di Crema. Questo momento di collaborazione tra la nostra Associazione e il "Galilei" ha visto la sala Alessandrini gremita di studenti, accompagnati dai loro insegnanti e dal Dirigente Scolastico dell'Istituto, la prof. Paola Orini. Tutti i numerosi studenti presenti all'evento hanno seguito con attenzione, partecipazione e ammirevole disciplina l'esposizione del prof. Cultraro, preceduta da un intervento molto apprezzato della prof. Paola Orini, che tra l'altro è anche uno dei soci fondatori della nostra Associazione, costituita il 4 novembre 2000. 

Heinrich Schliemann (1822-1890) lega il suo nome all'Italia non solo per la sua morte avvenuta a Napoli ma anche per un ampio e costante interesse culturale verso il territorio italiano, a cui seguono diversi viaggi effettuati ancor prima di diventare famoso come archeologo. Recenti ricerche nell'Archivio Schliemann conservato ad Atene, insieme ad altri documenti conservati in varie parti della nostra penisola, hanno permesso di ricostruire aspetti di questo studioso, riferiti all'Italia, sino a oggi sconosciuti e ignorati. Inoltre, molto resta ancora da scoprire su questo personaggio, al quale il prof. Cultraro sta continuando a dedicare studi e ricerche. 

Anche questi rapporti tra Schilemann e l'Italia rivelano i tratti multiformi di un uomo di genio, al quale molti ricercatori fanno risalire il vero battesimo dell'archeologia come disciplina scientifica.

Una notizia inaspettata e offerta dal prof. Cultraro in anteprima, proprio in questa occasione, è quella per cui, molto probabilmente, Schliemann sarebbe passato, nei suoi vari itinerari in Italia, anche da Crema, precisamente nell'anno 1868. Il Consiglio Direttivo della nostra Associazione, presente a questo incontro, resterà in contatto con il prof. Cultraro anche per eventuali informazioni reciproche su questo aspetto, così rilevante per noi e ancora poco noto.

Massimo Cultraro ricopre incarichi istituzionali importanti in ambito archeologico e ha condotto rilevanti progetti di ricerca internazionali. Ha pubblicato molti lavori scientifici e il suo ultimo libro, Schliemann alla ricerca di Troia, è uscito nell'agosto del 2021. Diversi anche i suoi contributi sul rapporto tra Schliemann e l'Italia. Tra questi, L'ultimo sogno dello scopritore di Troia. Heinrich Schliemann e l'Italia (1858-1890), pubblicato nel 2018. Per i numerosi incarichi di rilievo del prof. Cultraro, si rinvia alla "Presentazione del Relatore" contenuta nel Comunicato Stampa qui allegato.

Al termine dell'incontro, un gruppo di studenti del "Galilei" ha riservato ai presenti una graditissima sorpresa: un elaborato di ricerca realizzato da questi alunni sulla figura di Heinrich Schliemann, che il loro rappresentante ha consegnato al prof. Cultraro, il quale ha manifestato tutto il suo gradimento e la sua considerazione per un omaggio così significativo.

View the embedded image gallery online at:
https://exalunniracchetti.it/notizie?start=12#sigFreeId03f5f4bfe6

 

20/12/2022

Martedì 20 dicembre 2022, presso la sala Pietro da Cemmo del Centro Culturale Sant’Agostino di Crema, si è svolta la cerimonia di premiazione delle eccellenze organizzata dall’Istituto d’Istruzione Superiore “Racchetti - da Vinci” di Crema.

Nel corso della serata sono state consegnate le borse di studio agli studenti meritevoli del Liceo Classico, del Liceo Scientifico e del Liceo Linguistico, facenti parte di questo Istituto.

Si unisce la locandina con il programma della cerimonia.

La Associazione degli Ex Alunni del Liceo Ginnasio “Alessandro Racchetti” di Crema eroga sin dai tempi della sua costituzione, anche per norma statutaria, delle borse di studio agli allievi del Liceo Classico che abbiano raggiunto i migliori risultati scolastici in riferimento a determinati anni di frequenza, di volta in volta individuati dal Consiglio Direttivo di questa Associazione.

In riferimento all’anno scolastico 2021/2022, l’Associazione ha consegnato, nel corso della cerimonia di premiazione delle eccellenze, tre borse di studio agli allievi del Liceo Classico che hanno conseguito i migliori risultati al termine del secondo biennio e precisamente agli studenti:

โ— Pietro Tessadori, che frequenta attualmente la classe 5a, sezione A;

โ— Matteo Cicognini, che frequenta attualmente la classe 5a, sezione A;

โ— Matteo Dolci, che frequenta attualmente la classe 5a, sezione A.

Si unisce il prospetto riepilogativo di tutte le borse di studio 2021/2022 consegnate nella cerimonia del 20 dicembre 2022, pubblicamente consultabile anche sul sito web dell’Istituto, con in prima pagina quelle erogate dalla nostra Associazione.

Si unisce anche il prospetto con i nominativi degli studenti che al termine dell’anno scolastico 2021/2022 hanno conseguito nei tre Licei suddetti la votazione di “100 e lode” e di “100”, per i quali sono previsti riconoscimenti differenti dalle borse di studio sopra citate. Anche questo prospetto è pubblicamente consultabile sul sito web dell’Istituto.

Nel corso dell’evento sono state ufficialmente aperte le celebrazioni per il sessantesimo anniversario del completamento degli studi classici a Crema. Infatti, a partire dall’anno scolastico 1962-1963, al biennio del già esistente Ginnasio è stato aggiunto il triennio per il conseguimento del diploma di maturità. Da allora gli alunni del Liceo Classico “Alessandro Racchetti” hanno potuto frequentare e terminare l’intero ciclo di studi liceali a Crema, senza dover svolgere il triennio in altri licei (spesso il Verri di Lodi o il Manin di Cremona). Queste celebrazioni si terranno, per la loro parte principale, in occasione della Notte Nazionale del Liceo Classico, prevista per venerdì 5 maggio 2023.

View the embedded image gallery online at:
https://exalunniracchetti.it/notizie?start=12#sigFreeId608c867583

19/11/2022

Sabato 19 novembre 2022 si è svolta, presso l'Aula Magna dell'Istituto di Istruzione Superiore "Racchetti - da Vinci", la conferenza dal titolo "Maledicatur poeta talis! - Boccaccio lettore degli Epigrammi di Marziale". Relatore è stato Marco Petoletti, professore ordinario presso l'Università Cattolica di Milano.

 Abbiamo la fortuna di possedere un buon numero di manoscritti che appartennero alla biblioteca di Giovanni Boccaccio, alcuni esemplati di propria mano. Si ha così la possibilità di seguire, quasi in presa diretta, il suo percorso di studioso e di scrittore.

Il rapporto speciale tra Boccaccio e i classici è perfettamente esemplificato da un manoscritto di Marziale, copiato di sua mano e oggi conservato presso la Biblioteca Ambrosiana di Milano.

Boccaccio fu stimolato dalla lettura dei carmi giocosi di Marziale: accompagnò il testo con una serie di postille e tracciò alcuni disegni di grande finezza estetica.

In queste annotazioni, da par suo, egli manifestò le sue impressioni, ora positive ora negative, provocate dallo studio degli antichi epigrammi: Marziale è lodato, ma anche insultato pesantemente, a parole e a gesti, per manifestare il proprio radicale dissenso.

Commuove in questo manoscritto il ricordo, intimo e personale, di un personaggio del Decameron, frate Cipolla.

Marco Petoletti è professore ordinario di Letteratura latina medievale e umanistica, presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, Facoltà di Lettere e Filosofia. È direttore della rivista «Italia medioevale e umanistica». È membro del Comitato di Direzione della rivista «Aevum». È membro dell’Academic Board (Consiglio Accademico) del Corpus Christianorum e dell’Editorial Board del Corpus Christianorum. Continuatio mediaevalis. È membro del Comitato Nazionale per la celebrazione dei 700 anni dalla morte di Dante Alighieri (decreto ministeriale MIBACT-UDCM 22/02/2018 n° 114). È membro della Commissione scientifica dell’«Edizione Nazionale delle opere di Francesco Petrarca» (decreto ministeriale MIBACT-UDCM 27/01/2017 n° 43). È Accademico Fondatore dell’«Accademia Ambrosiana di studi greci e latini». È membro del Comitato scientifico di «Studi sul Boccaccio». È membro del Comitato scientifico del «Centro Pio Rajna». È membro del Comitato scientifico dell’«Ente Nazionale Giovanni Boccaccio». È Responsabile dell’Archivio e Biblioteca Capitolare della Basilica di S. Ambrogio - Milano.

 Ha scoperto nuovi manoscritti di mano di Giovanni Boccaccio e Francesco Petrarca (sta curando l’edizione critica del De vita solitaria di Petrarca).

Ha al suo attivo più di 250 pubblicazioni (si veda una sintesi nell'allegato Comunicato Stampa).

Questa iniziativa della nostra Associazione ha coinvolto alcune classi del Liceo Classico dell'I.I.S. "Racchetti - da Vinci", che hanno partecipato in Aula Magna alla presentazione del prof. Marco Petoletti.  

 

View the embedded image gallery online at:
https://exalunniracchetti.it/notizie?start=12#sigFreeId1dfb782829

 

29-10-2022

Sabato 29 ottobre 2022 si è svolta, presso la sala Cremonesi del Museo Civico di Crema e del Cremasco, la conferenza dal titolo 2016-2022. Un bilancio delle indagini archeologiche a Palazzo Pignano". Relatori sono stati Furio Sacchi e Marilena Casirani.

L'importante sito archeologico di Palazzo Pignano è stato interessato, a partire dal 2016, da campagne annuali di scavo condotte in regime di concessione dal Dipartimento di Storia, Archeologia e Storia dell'Arte dell'Università Cattolica di Milano. Le nuove ricerche hanno permesso di implementare lo stato delle conoscenze su quest'area archeologica, finora nota solo per la grande villa di epoca tardo antica (IV-VI sec. d. C.), esplorata però in minima parte. Grazie alle indagini più recenti, è stato possibile verificare che la residenza tardo antica fu preceduta da una villa/fattoria che conobbe una serie di trasformazioni tra il I e il III sec, d. C.

Furio Sacchi è professore di Archeologia Classica e di Storia dell'Architettura greca e romana presso l'Università Cattolica di Milano. Dal 2016 è Direttore scientifico degli scavi di Palazzo Pignano. Marilena Casirani, ex alunna del Liceo Racchetti, è Conservatore del Museo Comunale di Offanengo e ha partecipato a numerose indagini archeologiche e a progetti di ricerca. Dal 2015 è Ispettore Archeologico Onorario per alcuni Comuni del Cremasco. Tra i vari saggi scientifici, nel 2015 ha pubblicato Palazzo Pignano. Dal complesso tardoantico al Districtus dell'Insula Fulcherii.

 

View the embedded image gallery online at:
https://exalunniracchetti.it/notizie?start=12#sigFreeIdd89a10a6db

 

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.