Eventi in Calendario

Notizie riguardo alla vita dell'Associazione e altre segnalazioni.

17/05/2024

Venerdì 17 maggio, presso la Sala Cremonesi del Museo Civico di Crema e del Cremasco, si è svolta la conferenza sul tema "Capraia Isola - Un intervento di rigenerazione territoriale". Relatore è stato l'arch Franco Maffeis, che sta conducendo questo progetto di restauro a Capraia (Livorno).

Nel corso dell'incontro sono stati presentati due casi di rigenerazione territoriale, facenti parte di un articolato intervento di restauro a Capraia Isola.

Il primo caso riguarda il recupero urbano di un comparto di trasformazione di grande valenza paesaggistica, che da un promontorio prospetta sul golfo del porto. Il recupero comprende il restauro di un convento francescano settecentesco, con annessa la chiesa di S. Antonio. Si tratta di un complesso edilizio già gestito dal Demanio, rimasto inutilizzato per quarant'anni e andato in rovina (ex colonia penale di Capraia).

Il secondo caso riguarda l'iniziativa di ripristino di una porzione di territorio terrazzato, dismesso dalla ex colona penale e in corso di recupero per la possibile ripresa di uso agricolo.

Franco Maffeis si è diplomato al Liceo Classico "Alessandro Racchetti" di Crema nel 1966 e si è laureato con 100 e lode presso la facoltà di Architettura del Politecnico di Milano, con una tesi in urbanistica (Ruolo dei piani di edilizia popolare nella pianificazione urbana).

Ha collaborato in ruoli di rilievo con importanti realtà istituzionali, universitarie e professionali in progetti, iniziative e direzioni lavori, operando anche come membro di giuria in diversi concorsi di architettura.

I suoi lavori sono stati pubblicati sulle principali riviste del settore e presentati in varie rassegne, mostre e trasmissioni televisive.

È titolare dello studio professionale omonimo in Orzinuovi (Brescia) e svolge attività come libero professionista nei settori dell'urbanistica, dell'architettura e del restauro per amministrazioni pubbliche, società e privati.

Tra le altre iniziative, sta conducendo i progetti di restauro a Capraia Isola. 

Per maggiori informazioni sul relatore, si veda il suo curriculum professionale sintetico qui allegato.

View the embedded image gallery online at:
https://exalunniracchetti.it/notizie?start=4#sigFreeIdbf78b75f77

 

09/05/2024

Nella mattinata di giovedì 9 maggio 2024, la nostra Associazione ha organizzato una visita alla mostra "I Macchiaioli", presso il Palazzo Martinengo di Brescia.

All'iniziativa hanno aderito, come da previsioni, una ventina di partecipanti. La visita è stata svolta con l'accompagnamento di una guida, che ha illustrato al nostro gruppo i dipinti in mostra.  

Erano esposte 100 opere dei pittori Macchiaioli. Questi artisti, a partire dal secondo Ottocento, hanno dato vita a un'originale e innovativa avanguardia artistica italiana ed europea. Erano presenti, tra gli altri, dipinti di Fattori, Lega, Borrani, Signorini, Cabianca, Abbati e di altri esponenti di questo movimento pittorico.

La mostra "I Macchiaioli" è stata curata da Francesca Dini e Davide Dotti ed è stata realizzata dall'Associoazione Amici del Palazzo Martinengo, con il patrocinio della Provincia di Brescia, del Comune di Brescia e della Fondazione Provincia di Brescia Eventi.

La visita è andata molto bene, con soddisfazione dei nostri partecipanti. Un grande ringraziamento soprattutto a Daniela Maggi, che ha organizzato al meglio questa iniziativa.

View the embedded image gallery online at:
https://exalunniracchetti.it/notizie?start=4#sigFreeId55198895b7

19/04/2024

Anche quest'anno il Liceo "Alessandro Racchetti" di Crema ha partecipato, con gli altri Licei Classici italiani, alla Notte Nazionale del Liceo Classico. Venerdì 19 aprile 2024, dalle ore 18 alle ore 24, presso l'Istituto di Istruzione Superiore "Racchetti - da Vinci" di Crema, si è svolta la X edizione di questa importante manifestazione. Anche quest'anno sono stati protagonisti gli studenti del Liceo Classico cittadino, con il supporto degli insegnanti e del Dirigente scolastico prof. Claudio Venturelli.

L'iniziativa è stata ideata una decina di anni fa dal prof. Rocco Schembra, docente di greco e latino del Liceo Classico che oggi fa parte dell'Istituto di Istruzione Superiore "Gulli e Pennisi" di Acireale (Catania). Nel corso degli anni questo evento ha assunto un'importanza sempre maggiore, con l'adesione di un numero sempre più elevato di Licei, anche in collegamento con diversi Licei esteri. 

12/04/2024

Venerdì 12 aprile 2024, presso la Sala Cremonesi del Museo Civico di Crema e del Cremasco, si è svolta la conferenza sul tema "Guarino Guarini: le opere principali di un architetto geniale a 400 anni dalla sua nascita". Relatore è stato il prof. Simone Caldano, fondatore e presidente dell'associazione Piemonte Medievale. 

Il 17 gennaio 1624 nacque a Modena Guarino Guarini, architetto coltissimo, originale e incline a rompere gli schemi consueti della sua arte. Religioso appartenente all'ordine dei Teatini, si interessò a numerosi temi di ricerca e viaggiò molto: i quattro anni trascorsi a Partigi lo misero nella condizione di apprezzare le meraviglie strutturali dell'architettura gotica dell'Île-de-France.

Nel 1666 giunse a Torino, dove rimase fino alla sua morte nel 1683. Proprio nella capitale sabauda realizzò le sue opere principali: le cupole della cappella della Sindone e di San Lorenzo, il santuario della Consolata e palazzo Carignano.

Simone Caldano ha conseguito il dottorato di ricerca in Storia dell'Architettura presso l'Università IUAV di Venezia (Istituto Universitario di Architettura di Venezia) nel 2015 con una tesi sul Duomo di Crema e la sua piazza. Si occupa prevalentemente di architettura religiosa in Piemonte, Lombardia e Liguria tra l'XI e il XV secolo. Ha insegnato presso le Università di Ferrara e di Firenze. 

View the embedded image gallery online at:
https://exalunniracchetti.it/notizie?start=4#sigFreeId999fe8cb20

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.